Pari tra Citta e Ghosts Padova per la prima amichevole della stagione

Prima partita della stagione al PalaHockey di Cittadella.
Ad aprire ufficialmente la nuova regular season è il derby contro i cugini dei Ghosts Padova. Buona presenza di pubblico nonostante l’infrasettimanale.
Molta la curiosità tra i presenti. La curiosità prende i volti dei senatori e dei nuovi arrivi e tenta di farsi largo per capire quale Cittadella sarà
quello che quest’anno dovrà affrontare un campionato quanto mai impegnativo perchè conscio di dover ripartire da quanto di buono è stato fatto nella passata annata.
I Ghosts, dal canto loro, sono una squadra lontana da quella che lo scorso anno è arrivata in semifinale playoff. Il roster patavino è stato infarcito di giovani e di qualche veterano che avrà il compito di tenere saldo il volante durante tutto il campionato.

Desta una buona impressione il Citta che gioca con serenità e costruisce qualche interessante geometria passando dalle stecche dei vari Covolo, Tombolan (per lui, la prima ufficiale da capitano) e Spain.
Pierobon fa scendere in campo tutte le forze a disposizione (assenti Facchinetti, al suo posto il buon Brugnolaro, Virzi, Tombolato, Sommadossi e Didonè) e anche i giovani non sfigurano.

Il primo centro dell’anno porta le firme dei due capitani granata: il presente, Tombolan, confeziona l’assist per il passato, Covolo, che di tap-in appoggia in rete.
Va a segno pure il nuovo acquisto Inouye che lascia sul posto tre giocatori patavini prima di insaccare in rete. Buona la prova del nuovo californiano della formazione granata.
Il primo periodo si chiude sul 2-0 per i granata padroni di casa.

L’inizio del secondo periodo è tutto di marca granata. Gli uomini di Pierobon, forti di un’intesa che comincia a far vedere i suoi frutti a tratti,
amministrano il disco e lasciano ben poco spazio ai padovani. Un paio di falli di troppo, dovuti per lo più alla stanchezza, rompono il ritmo a favore dei Ghosts che riescono a trovare maggiormente la via del tiro. Ma la porta difesa da Brugnolaro non viene violata.

Verso la fine della partita, stabile sul punteggio di 2-0, Pierobon dà spazio alla terza linea dei vari Marini, Costa e Grigoletto. Da segnalare un buon esordio dell’under Tonellotto tra i pali, autori di qualche mirabile salvataggio.

Il Padova accorcia in power play, a quattro dalla fine, con stoccata dalla lunetta dell’ingaggio, sulla quale nulla può Tonellotto.
A uno e trenta dalla fine, Tombolan sbaglia il rigore che può chiudere definitivamente il match e ad approfittarne è il Padova, che con un gol all’incrocio assesta il risultato sul definitivo due pari.

Al di là del risultato, che conta poco o nulla in un’amichevole, restano da segnalare i buoni spunti e l’intesa che fanno ben sperare per l’esordio sull’altopiano contro i Vipers Asiago. In quell’occasione, i gol varranno i primi pesanti punti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: