Fatal Milano, primo ko per il Citta

Il Cittadella non riesce a sfatare il tabu Milano e cede i primi punti del suo finora entusiasmante campionato.
I rossoblu milanesi si confermano la vera bestia nera dei granata della città murata. Il supermatch del PalaHockey si chiude con un 6 – 3 a favore di Milano
che questa sera può festeggiare il primato solitario nella classifica della serie A1.

Il Citta ha peccato di troppo individualismo. E’ stata la mancanza del gioco di squadra, più di ogni altro fattore, il vero punto a sfavore della squadra di casa,
troppo legata alle giocate dei singoli. Milano, dal canto suo, nonostante sia una squadra di primedonne, si è dimostrata molto capace di costruire un gioco
corale e pulito.

Nonostante la sconfitta, la voglia è quella di riprendere una marcia fino a qui assolutamente trionfale. E lo si deve fare già dalla prossima giornata che
si giocherà in quel di Verona contro i gialloblu scaligeri.

Partita molto equilibrata e giocata su ritmi alti fino dalle prime battute. Nel primo quarto d’ora, gli interventi arbitrali si sono contati sulle dita di
una mano. A rompere gli equilibri ci pensa il rossoblu Tomasello al tredicesimo minuto. E’ sempre Milano a farsi pericolosa e a passare nuovamente con Zagni,
complice anche una deviazione del disco da parte di Tonin sulla quale non può nulla Facchinetti.

Cittadella ha il merito di non perdersi d’animo e riesce a stare sotto a Milano fino al gol di Inouye che accorcia le distanze.
Si va negli spogliatoi su un risultato di tutto rispetto e che permette ai granata di pensare con rinnovata fiducia alla ripresa.
Al rientro negli spogliatoi si concretizza il pareggio per i padroni di casa, confezionato dalla premiata ditta a stelle e strisce Inouye\Spain. Il boato del PalaHockey
è la giusta ricompensa per non essersi mai persi d’animo.

Milano è però squadra veramente matura e sa approfittare del calo fisico del Citta per infilare per quattro volte la porta di Facchinetti e ghiacciare definitivamente
la partita a proprio favore. I gol lombardi portano le firme di Tessari, Testa, Rigoni e del solito Tomasello.
In mezzo, c’è il tempo per il gol del definitivo 6 – 3 segnato da Sommadossi, capace di lasciare sul posto tre giocatori milanesi.

Il Citta lascia al PalaHockey i primi tre punti della stagione e deve interrogarsi su cosa non è andato per il verso giusto in questa prima sconfitta.
Ma non è il caso di farne eccessivamente un dramma, perchè i granta rimangono secondi in classifica con un ruolino di marcia del tutto invidiabile.
L’importante è cominciare di nuovo a correre. Verona attende.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: