Dopo le due sconfitte patite nelle prime due sfide con il Verona, arriva la riscossa dei granata che si impongono al PalaAvesani con un netto 9-2 che, di fatto, riapre i conti in vista anche della gara di martedì al PalaHockey di Cittadella.
Il fattore pista sarà di fondamentale importanza in un momento così delicato dove Verona sembra pago e i granata sembrano avere ritrovato la condizione mentale venuta a mancare finora.

La cronaca della partita. Il Citta si porta subito in vantaggio con Virzi, gioia che dura poco visto che poco dopo arriva il gol di Stevanoni a trovare il pareggio per i gialloblu.
I padroni di casa hanno la possibilità di portarsi in vantaggio grazie ad un rigore, ma un ritrovato Facchinetti neutralizza.

I granata giocano una partita molto difensiva e limitano gli assalti avversari. Proprio la pochezza del reparto di copertura era stato il vero tallone d’Achille della squadra cittadellese nei precedenti incontri durante i quali il Verona è passato a rete senza mai trovare grosse resistenze da parte dei granata. Il gioco attento del Citta porta a colpire gli avversari di rimessa: sono ben 4 le reti siglate negli ultimi cinque minuti del primo tempo. Le marcature sono realizzate con doppiette di Tombolato e Spain.
Nella ripresa il Verona cambia il portiere, facendo uscire un frastornato Cavazzana a favore del portiere della nazionale Antinori. Nonostante la mossa di Rela, il risultato non cambia: arrivano altre quattro reti in pochi minuti firmate stavolta dalle stecche di Chelodi, Covolo, Vendrame e Spain.
Chiudono i conti sul 9-2, la marcatura granata firmata da Virzi e la timida reazione gialloblu col gol di Begali.
La reazione c’è stata, eccome. Dopo le prime due uscite, chi si aspettava un Citta rinunciatario è stato ampiamente deluso. Ora come ora, la condizione mentale sembra favorire i granata che martedì sera, al PalaHockey con inizio alle 20.30, proveranno a portare a casa la vittoria per poi giocarsi il tutto per tutto nella “bella” di sabato prossimo a Verona.