Il Citta mostra i denti, Vicenza travolto 8-4

Terzo derby della stagione tra Vicenza e Cittadella. Nella città berica il Cittadella consolida il primato in classifica con una prova
di reazione e tecnica pure.
La squadra della città murata soffre molto il primo tempo dei Diavoli, bravi a chiudersi a scatola e a non lasciare molto spazio all’attacco granata.
Dal canto loro, gli uomini di Pierobon non mettono in pista la concentrazione necessaria e, complici troppi errori di distrazione e gestione del disco,
lasciano lo spazio ai vicentini che hanno vita facile con Stella, Basso e il bomber Roffo.
Unica nota da salvare nel primo tempo granata è la volontà di non mollare. Nonostante il passivo di tre reti, Spain e compagni riescono a stare sotto
nel risultato e si portano nello spogliatoio sul risultato di 3 – 2 grazie ai centri di Inouye e Covolo.
Quello che succede nello spogliatoio non è noto, ma la squadra che torna in pista è completamente trasformata nella grinta e nella convinzione.
Il Citta lascia giocare pochissimo il Vicenza e dimostra una solidità stupefacente. Il pareggio arriva dopo quattro minuti e passa per le mani pregiate
di Covolo. Due minuti dopo è Spain a fare gridare i molti tifosi cittadellesi sulle tribune.
Da lì in poi è solo sinfonia granata. Una sinfonia fatta di altri quattro gol (firme di Spain, Covolo e Inouye) e di tante giocate di fino. Ne è dimostrazione
l’ultimo gol con Sommadossi che lascia sul posto due vicentini facendo saltare il disco sulla stecca e offre a Inouye l’assist per il più facile dei centri.

Bene così. L’importante è cullarsi poco sugli allori e sui ricordi della bella vittoria. Sabato prossimo al PalaHockey andrà in onda la partita dell’anno.
Lo spareggio tra le prime della classe a punteggio pieno, Cittadella e Milano, in diretta RaiSport. Sarà una serata da ricordare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: